Cerca
Lugano, CH

Residenza99

La facciata chiusa, ma non priva di finestre, è realizzata come giardino verticale. Visualisierung: Artech SA, Lugano

La facciata chiusa, ma non priva di finestre, è realizzata come giardino verticale. Visualisierung: Artech SA, Lugano

Il lato sud verso il lago è aperto e offre una vista sulla città e sul lago. Visualisierung: Artech SA, Lugano

Il lato sud verso il lago è aperto e offre una vista sulla città e sul lago. Visualisierung: Artech SA, Lugano

Il raccordo al giroscala è stato realizzato con Tronsole® tipo Z. Foto: Studio Galli Michele &Associati, S. Antonio

Il raccordo al giroscala è stato realizzato con Tronsole® tipo Z. Foto: Studio Galli Michele &Associati, S. Antonio

Un edificio verde

L’edificio plurifamiliare “Residenza 99” fa parte di un complesso situato in un comune periferico alle porte di Lugano, nella Svizzera italiana. La sua posizione privilegiata consente ai proprietari degli appartamenti di godere dei bellissimi scorci della città e del lago, di tanta tranquillità e di un elevato comfort abitativo. A tutto ciò si aggiungono un’architettura contemporanea dal design lineare e l’impiego di soluzioni costruttive all’avanguardia.

Gli appartamenti sfruttano l’intera profondità dell’edificio e sono pertanto dotati di un’esposizione sia a nord che a sud. Il nato nord, che si affaccia sulla strada, è pensato per accogliere le camere da letto. La facciata chiusa, ma non priva di finestre, è realizzata come giardino verticale ed è il vero simbolo dell’edificio non solo dal punto di vista estetico ma anche funzionale: numerose erbe, felci e fiori stagionali la ricoprono e proteggono gli appartamenti dai raggi dal sole e dal rumore proveniente dalla strada; le piante sono in grado di assorbire le polveri sottili, di produrre ossigeno e migliorare così la qualità dell’aria.

Sul lato sud – il lato che dà sul lago – la facciata si apre attraverso le ampie logge vetrate che rappresentano la continuazione naturale degli spazi interni delle abitazioni. I 26 appartamenti sono dotati di 2 ½ e 3 ½ camere e presentano quindi una superficie abitativa di dimensioni moderate, il che rispecchia la principale richiesta sul mercato immobiliare.

La qualità costruttiva è qualità di vita

Non solo la realizzazione della facciata è stata un progetto ambizioso: anche i dettagli costruttivi sono stati ideati con l’intento di realizzare un edificio sostenibile e d’elevata qualità. Negli edifici plurifamiliari, come la Residenza 99, il livello del rumore in generale e del rumore da calpestio rappresentano un problema centrale soprattutto nel giroscala. Per gli appartamenti di proprietà di recente costruzione è sempre necessario applicare i requisiti più severi, pari a L‘ ≤ 50 dB. Per le scale in opera esistono più soluzioni, sia dal punto di vista tecnico che estetico, rispetto alle scale prefabbricate. La configurazione dei giunti tra la scala e la parete è meno problematica e il raccordo tra la rampa e il pianerottolo presenta un isolamento acustico privo di interruzioni.

Un’intera gamma prodotti per un approccio olistico

La soluzione completa per l’isolamento al rumore da calpestio delle scale di questo progetto edilizio è stata concepita da Schöck Bauteile AG. Il rispetto completo dei requisiti previsti è stato possibile grazie all’impiego di Schöck Tronsole. Grazie a questa soluzione per l’isolamento acustico, le rampe e i pianerottoli vengono delimitati da una “linea continua blu” che indica l’esecuzione di un raccordo privo di ponti acustici in tutto il suo perimetro.

La soluzione è l’isolamento acustico

L’impiego di tre prodotti Tronsole di Schöck ha consentito un approccio olistico al problema del calpestio nella Residenza 99: nell’area del raccordo tra la scala e il piano si è impiegato il tipo T per la configurazione del giunto. Così facendo non si è dovuta prevedere una classica mensola d’appoggio ed è risultato più facile rispettare le ambizioni estetiche del costruttore. Per il raccordo al giroscala si è impiegato il tipo Z che consente di ovviare alla classica soluzione del massetto galleggiante sul pianerottolo intermedio e realizzare comunque l’isolamento acustico. Grazie all’apposito elemento di armatura certificato è stato possibile accelerare i tempi di costruzione. Anche il raccordo del pianerottolo tipo Z consente, secondo i risultati del verbale di collaudo, il rispetto della differenza di livello dei rumori da calpestio ΔLn,wdi 28 dB, per un livello del rumore da calpestio normalizzato ponderato Ln,w di 40 dB nel vano da isolare.

Un solo ciottolino fa la differenza

Le casseforme di Tronsole tipo Z con i telai ad incastro si inseriscono perfettamente nella linea continua blu del terzi tipo, la soletta con giunto L, rendendo così completa la soluzione per l’isolamento acustico. Solo mantenendo puliti tutti i giunti presenti tra la parete del vano scale e la scala stessa (rampa e pianerottolo), il sistema isolante scelto potrà funzionare a perfezione. Basta un singolo ciottolino a ridurre il potere dell’isolamento acustico di ca. 10 dB, valore che l’orecchio percepisce come doppio.